Quella offesa alla Folgore durante la parata del 2 giugno

1

La gloriosa Folgore offesa durante la parata militare in occasione del 71º anniversario dalla nascita della Repubblica Italiana? Sergio Mattarella non applaude così come Laura Boldrini.
Una scelta inspiegabile da parte della prima e terza carica dello Stato poichè è passata alla storia per la gloriosa battaglia di El Alamein nell’ottobre del 1942 dove venne annientata dall’esercito inglese non prima di aver combattuto sino allo sfinimento. I paracadutisti ottennero dai britannici l’onore delle armi e dopo la resa il generale Hughes volle ricevere il generale Enrico Frattini ed i colonnelli Bignami e Boffa, complimentandosi per il comportamento della divisione. Dopo la battaglia di El Alamein alla Divisione Folgore ed ai suoi Reggimenti verrà conferita la Medaglia d’Oro al Valor Militare. Insomma, una resistenza fuori dal comune e che venne onorata da più fronti nei mesi e negli anni successivi.  “Dobbiamo davvero inchinarci davanti ai resti di quelli che furono i leoni della Folgore,” disse Winston Churchill alla House Of Commons.

“La Divisione Folgore ha resistito al di là di ogni possibile speranza”, sosteneva Radio Cairo alla fine di quelle ostilità. “Gli ultimi superstiti della Folgore sono stati raccolti esanimi nel deserto. La divisione è caduta con le armi in pugno. Nessuno si è arreso. Nessuno si è fatto disarmare” ebbe a dire la BBC, il 03 dicembre 1942, in merito a quell’eroico sacrificio.

 

Comments

comments

CONDIVIDI