Il "Gran rifiuto" di Simone Verdi

La notizia delle ultime ore in questa sessione di calciomercato invernale è lo stop tra BolognaNapoli per il passaggio in Campania di Simone Verdi, uno dei giocatori che ha più entusiasmato finora nel nostro campionato. La trattativa è stata affossata dallo stesso giocatore che ha preferito rimanere nella squadra che lo ha saputo rilanciare, non sentendosi in grado di lasciarli sostanzialmente “soli” a metà campionato.
Nonostante si critichino sempre i calciatori per l’assenza di attaccamento alla maglia, purtroppo anche questo rifiuto è stato pesantemente contestato, da parte – ovviamente – dei tifosi napoletani. Al giocatore sono infatti arrivati insulti di ogni tipo, come ad esempio di essere senza attributi, di essere rimasto in una squadra di Serie B, di non essere nemmeno quel giocatore così interessante da attivare la dirigenza napoletana per cercarlo. Bisogna capire perché invece non abbiano dedicato queste stesse “smancerie” quando Marek Hamsik decise di restare al Napoli rifiutando l’interesse di squadroni come ad esempio il Liverpool.
Quel che è certo è che Simone Verdi rimarrà al Bologna almeno fino a giugno. E chissà che questo “No” al Napoli non abbia rinforzato particolarmente l’Inter, che prima dell’inizio del mercato aveva già attivato i rapporti con l’entourage del giocatore. Il ragazzo potrebbe essere interessato a tornare a Milano, nella sponda opposta a quel Milan che lo aveva bruciato da ragazzo. Tuttavia, queste torneranno ad essere questioni per il mercato estivo: Verdi non si muoverà da Bologna prima di giugno.