Elezioni 2018, Forza Italia ha deciso di non ricandidare Antonio Razzi

Forza Italia non l’ha ricandidato, ma il senatore pare cadere dalle nuvole: «Al momento non so niente...»

Forza Italia ha deciso di non ricandidare Antonio Razzi. A riportarlo è il Corriere della Sera, che in un articolo conferma il fatto che il senatore, ormai volto noto per le sue gaffe e i suoi strafalcioni con la lingua italiana, non sia stato convocato alla sede del partito, a piazza di San Lorenzo in Lucina, per firmare l’accettazione della candidatura.
Raggiunto telefonicamente, così come riporta lo stesso giornale, e interrogato su un suo eventuale futuro in Parlamento ha detto: «Al momento non so niente. Nessuno mi ha chiamato. Ora sono a casa, sono super influenzato e sto prendendo gli antibiotici… Se non mi chiamano è chiaro che non posso andare a firmare…».
Insomma, se la notizia dovesse confermarsi vera per il senatore di origini abruzzesi sarebbe un brutto colpo. Il senatore, eletto in passato grazie al voto degli italiani all’Estero, è entrato per la prima volta alla Camera dei Deputati nel 2006, nelle liste dell’Italia dei Valori. Dopo essere “migrato” al Popolo delle Libertà (l’attuale Forza Italia) ed eletto al Senato, circoscrizione Abruzzo, il senatore aveva fatto parlare di sé anche all’estero per i suoi numerosi incontri con il leader siriano Bashar al-Assad e il leader nord Coreano kim jong un, con il quale aveva provato più di una volta a mediare – molto meglio di molti altri esponenti politici – per una “risoluzione di pace”.