Furlan: “Ancora una volta a pagare con la vita sono dei pendolari”

“La tragedia del Trenord a Milano addolora la Cisl e tutti i lavoratori italiani. Ancora una volta a pagare con la vita sono dei pendolari alle cui famiglie  siamo profondamente vicini. Le responsabilita’ andranno bene identificate perche’ incidenti come questo non devono piu’ ripetersi”. Lo scrive su twitter la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, esprimendo la solidarieta’ e la vicinanza della Cisl alle famiglie che hanno perduto i loro cari ed ai feriti del grave incidente del treno Cremona – Milano.
Il fatto, avvenuto stamattina verso le 7, ha creato sdegno e indignazione circa il fatiscente livello di efficienza infrastrutturale raggiunto dal nostro paese. L’opinione pubblica, che oramai da diverso tempo si interroga su questo tema, questa volta non è rimasta indifferente al tragico fatto, nella quale hanno perso la vita 3 passeggeri.
Qualcuno, così come si legge nell’ultimo rapporto sulla sicurezza stilato dalle Ferrovie, datato 2016, racconta che gli incidenti sono sempre meno. Eppure i dubbi sulla sicurezza dei treni in Italia, rimangono tantissimi. L’ultimo grave episodio nella tragedia di Corato, in Puglia, del 12 luglio 2016, secondo diversi è servito a poco. E, nonostante tutti, molti passeggeri continuano a lamentare le condizioni di sicurezza dei treni. In attesa che qualcuno faccia finalmente qualcosa.