Aeroporto Bolzano: rinviata mozione di Riccardo Dello Sbarba

Riccardo Dello Sbarba (Gruppo Verde) ha chiesto con la mozione n. 851/17: Pista dell’aeroporto: approvare la proposta del Comune di Laives, di impegnare la Giunta ad approvare la proposta di modifica del PUC di Laives riguardante la “Zona per attrezzature collettive – amministrazione e servizi pubblici (Aeroporto di Bolzano)”, che elimina la possibilità di allungare la pista dell’aeroporto da 1.292 a 1.432 mt, e che le verrà prossimamente sottoposta dall’amministrazione comunale di Laives. La Giunta si è impegnata a non allungare la pista, ma un eventuale gestore privato potrebbe farlo. Walter Blaas (Die Freiheitlichen) si è opposto a un indicazione preventiva riguardo competenze comunali. Andreas Pöder (BürgerUnion-Südtirol-Ladinien) si è espresso a favore della modifica del PUC e ha appoggiato la mozione, così come Sven Knoll (Süd-Tiroler Freiheit), secondo cui il referendum era stato un chiaro NO all’aeroporto. Della stessa opinione Paul Köllensperger (Movimento 5 Stelle).
Il pres. Arno Kompatscher ha chiarito che la Provincia continua a gestire l’aeroporto, che è senza voli di linea: solo charter, aumentati nell’ultimo anno. Non sono previsti interventi straordinari, ma il rinnovo del certificato handling relativo ai vari controlli. L’autorizzazione ad ampliare esiste, ma la concessione è attualmente in stand by. La mozione va respinta perché non si tratta di competenza del Comune di Laives, ma di atto d’ufficio, perché è una struttura gestita su incarico dello Stato. Il consigliere ha rinviato la mozione, per riproporla quando la richiesta di Laives sarà arrivata alla Provincia.