Foibe, Meloni: "A Orvieto PD negazionista, sindaco si dimetta"

“A Orvieto l’amministrazione Pd è impazzita e ha concesso il patrocinio ad una iniziativa negazionista delle foibe. Il sindaco Giuseppe Germani abbia la decenza di dimettersi perché è indegno di ricoprire il suo ruolo e chieda scusa per questo indegno oltraggio al popolo italiano”.
 
Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia e candidato premier, Giorgia Meloni, che commenta la mostra, concessa col patrocinio dell’amministrazione comunale di Orvieto, sui crimini fascisti in Jugoslavia.
“Testa per dente”, s’intitola la rassegna fotografica realizzata da Cobas, dall’Associazione “Centro di Documentazione Popolare” di Orvieto e da una serie di realtà locali tra cui il Comitato Cittadino Antifascista. Sottotitolo: “Crimini fascisti in Jugoslavia dal 1941 al 1945”. Le date coincidono con la ricorrenza del Giorno del Ricordo, dal 7 all’11 febbraio.
La notizia choc, rilanciata anche da Il Giornale, ha sollevato in rete numerose polemiche, se non fosse che la mostra, così come puntualizzato da alcuni, è stata istituita per un semplice “approfondimento storico”.
Un “approfondimento storico” che però a molti non è piaciuto. Che forse nasconde, così come riportato, “il desiderio di oscurare la memoria di chi è stato costretto a lasciare la sua terra alla fine della guerra”.