Rauti (FDI): "Solidarietà di Renzi al direttore museo egizio, ma non al brigadiere di Piacenza"

“Renzi esprime solidarietà al direttore dal museo egizio per la bufala che hanno costruito a sinistra contro FdI e Giorgia Meloni. Fratelli d’Italia non ha mai parlato di rimozioni forzate, ma in assenza di altri temi la sinistra preferisce dire bugie piuttosto che confrontarsi con una sconcertante realtà: nessuna telefonata è pervenuta al brigadiere che ieri a Piacenza è stato pestato dai delinquenti dei centri sociali, per la sinistra è più importante tutelare gli amici che guadagnano stipendi stratosferici”.
E’ con queste parole che si esprime, attraverso una nota stampa, Isabella Rauti (Fratelli d’Italia), in merito al video, divenuto virale, sull’animato diverbio tra la leader e candidata Premier per Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni e il direttore del museo egizio Greco . Un video al quale erano seguiti differenti articoli sui media nazionali in cui si attribuiva all’On. Meloni la concreta possibilità, una volta al Governo, dell’immediata sostituzione del direttore Greco.
Possibilità però subito smentita dalla stessa leader di Fratelli d’Italia, che aveva così risposto: “È una bufala inventata dalla stampa – spiega – e inventata ad arte dalla sinistra per coprire una iniziativa idiota del museo egizio a favore degli arabi e secondo noi discriminatoria verso gli italiani. Quello che vogliamo fare è l’esatto contrario di quello che ha fatto la sinistra in questi anni e cioè liberare la cultura dall’occupazione sistematica che è stata fatta dalla sinistra affidando ruoli chiave anche a chi non ha la tessera di un partito”.
La solidarietà, arrivata immediata da parte di Renzi e Franceschini nei confronti del Direttore, non è però stata così immediata, stando alla stessa Rauti, nei confronti del carabiniere rimasto coinvolto negli scontri di Piacenza da parte di alcuni partecipanti ai cortei “anti-fascisti”. Due pesi e due misure che a qualcuno non sono certo andati giù.