Meloni da Orban, avviso a Bruxelles: "Con l'Ungheria per la lotta all'immigrazione"

“Lotta all’immigrazione incontrollata, difesa delle radici cristiane dell’Europa, revisione dei trattati europei per dare più sovranità agli Stati e poi alcune politiche di sostegno alla famiglia e alla natalità che in Ungheria sono state fatte e che in Italia vorremmo copiare sono le questioni che abbiamo discusso stamattina con il premier ungherese Viktor Orbàn, che è anche presidente di turno del gruppo di Visegrad, con il quale ci piacerebbe che l’Italia del futuro avesse maggiori relazioni”.
Lo afferma la presidente di fratelli d’Italia e candidato premier Giorgia Meloni al termine dell’incontro di questa mattina con il primo ministro di Ungheria, Viktor Orban.
L’incontro, durato oltre un’ora, si è svolto presso la sede del Parlamento Ungherese. «Sarò domani a Budapest (oggi, ndr) a incontrare Victor Orban. Voglio dare un segnale rispetto ai nostri rapporti con l’Unione Europea», aveva annunciato la leader di Fratelli d’Italia ieri a Porta a Porta. Detto, fatto: mentre Matteo Salvini flirta con l’estrema destra italiana di Casapound, Giorgia Meloni punta su Orban, attuale punto di riferimento dei movimenti sovranisti e anti-immigrati in Europa.
Una mossa che, a pochi giorni dal voto delle elezioni politiche, segna nelle strategie della Meloni un punto chiaro: posizionarsi, all’interno dello schieramento di centro-destra, sempre più verso lo schieramento di elettori sovranisti e anti-Ue.