Vivere come Gustav Klimt, in vendita lo storico albergo dove soggiornava l'artista austriaco

Correva l’anno 1913 e quello che sarebbe diventato il più famoso esponente della secessione viennese sceglieva l’Italia per il suo soggiorno estivo. Gustav Klimt, tra il luglio e l’agosto di quell’anno, infatti, soggiornò a Tremosine, sul Lago di Garda, in quello che allora si chiamava albergo Morandi.
Oggi, lo stabile che ospitava l’hotel è in vendita sul portale Immobiliare.it e aspetta acquirenti che possano apprezzare e valorizzare i trascorsi illustri di questo immobile, tutto da ristrutturare.
È nel periodo trascorso all’hotel Morandi che il pittore ha realizzato celebri opere come «Veduta di Malcesine», «La chiesa di Cassone» e «Il giardino italiano» che la storia, a metà tra realtà e leggenda, vuole siano state dipinte usando un cannocchiale dal porto di Tremosine.
Oggi, le tracce del pittore si ritrovano nella targa commemorativa che la biblioteca della città ha deciso di apporre proprio sullo stabile ora in vendita. L’ex albergo Morandi è composto da una corte di ingresso e due unità commerciali che affacciano sulla via pedonale che attraversa il centro del paese.
Che i nuovi proprietari decidano di realizzare ai piani superiori due appartamenti singoli o un nuovo e moderno B&B potranno contare su una superficie di circa 500 m² disposti su tre piani e 8 locali, più 3 bagni, cucina e angolo cottura. Per dire di possedere questo pezzo illustre della storia dell’arte europea serve quasi mezzo milione di euro (490.000 euro), ma poter mettere mano alle stanze dove soggiornò Gustav Klimt è sicuramente senza prezzo.