Mozione di sfiducia ad Andreatta. Giuliani: "Ne presenteremo una al mese"

Tempi bui per il Sindaco di Trento Alessandro Andreatta. La recente sconfitta del centrosinistra alle elezioni politiche ha portato le opposizioni, di cui i principali esponenti sono Bruna Giuliani, Andrea Merler, Gianni Festini Brosa e Paolo Negroni, alla decisione di presentare una mozione di sfiducia al mese. Si inizierà dalla prossima seduta di consiglio comunale, una seduta straordinaria fissata ieri dal capogruppo per martedì della prossima settimana, 27 marzo. Non essendoci grosse delibere in calendario i capigruppo hanno deciso di tenere la seduta straordinaria al posto di quella ordinarla in modo da non dover sopportare costi aggiuntivi. L’iniziativa di richiedere un consiglio straordinario è delle opposizioni di centrodestra che hanno rappresentato una mozione in cui chiedono alla giunta Andreatta di dimettersi.  

Una mozione che vede uniti il centrodestra e il M5S, in un’alleanza politica che può far presagire ben altre alleanze a Roma. Il 27 marzo si potrà sapere se effettivamente il centrosinistra è compatto intorno ad Alessandro Andreatta. Qualora la mozione avrà esito negativo, il centrodestra – M5S non demorderà. Bruna Giuliani, Presidente della Sezione della Lega di Trento ha rassicurato che verrà presentata ogni mese una mozione di sfiducia perché è ormai tempo che Andreatta lasci la poltrona di Sindaco e dia spazio a nuove figure.