Gestione lupo, bocciato odg minoranze. Lega Nord Trentino: "Provincia non difende agricoltori e comunità"

“La Provincia non difende gli agricoltori e le comunità”: è il titolo della conferenza stampa organizzata insieme alla Lega Nord Trentino, presso la Saletta del Palazzo della Regione – Piazza Dante, in merito alla questione – sentita dall’opinione pubblica – circa la gestione del lupo in Regione.
Lo fa insieme ai consiglieri provinciali Maurizio Fugatti, Lega Nord Trentino, Manuela Bottamedi, Forza Trentino, Claudio Cia, Agire per il Trentino, Walter Kaswalder, Autonomisti popolari.
La questione, che da un po’ di tempo sta oramai tenendo banco sui quotidiani locali e non, ha creato momenti di divisioni tra coloro che chiedono maggiore sensibilizzazione nei confronti del delicato tema e chi, tra le diverse parti politiche, sostiene che andrebbero prese una volta per tutte decisioni ferme e condivise sulla gestione da parte della Provincia.
Ad oggi, tuttavia, sulla gestione si brancola nel buio e l’ordine gel giorno emanato dalle minoranze, esposto al consiglio provinciale, è stato bocciato. Nonostante Fugatti si fosse già espresso contro la Provincia, dopo l’attacco da parte di alcuni lupi sugli Altipiani Cimbri, nessuno, tra la maggioranza, sembra veramente voler prendere sul serio la questione (quest’ultima troppo spesso relegata alle sterili polemiche da social).
L’assessore Dallapiccola, secondo quanto evidenziato nella sua risposta, sottolinea come “la paura di lupi e orsi di avvicinarsi all’uomo e alle zone urbanizzate stia scemando sempre più velocemente”, spiegando poi che sull’abbattimento si sta lavorando al nuovo Piano di conservazione e gestione del lupo in Italia.