Berlusconi: "Disponibile a formare un governo, se Mattarella mi desse l'incarico"

Silvio Berlusconi non si arrende all’ormai stipulato contratto di governo tra la Lega e il Movimento 5 Stelle. A margine di un comizio in Valle d’Aosta, dove domenica si vota per le elezioni regionali, il leader di Forza Italia ha rilanciato l’ipotesi di un governo di Centrodestra.
Al momento non c’è nessuno con la giusta esperienza per fare il premier, se Mattarella mi desse l’incarico sarei disponibile. Sono sicuro che il Centrodestra troverebbe il consenso per avviare il governo” ha dichiarato l’imprenditore milanese, da poco riabilitato. Che poi ha aggiunto una piccola polemica verso SalviniIl contratto di governo tra i 5 Stelle e la Lega non ha nulla a che vedere con il Centrodestra, sono un’altra cosa. Tra me e Salvini c’è molta distanza, se parliamo del tavolo con Di Maio“. E ancora sul contratto di governo: “La preoccupazione è molto forte, c’è molta delusione perché i punti opposti al contratto del Centrodestra sono tanti, come ad esempio il giustizialismo estremo dei grillini“.
Sul mancato nome per il Premier anche nell’intesa tra Lega e 5 Stelle, Berlusconi è molto chiaro: “In giro non ci sono personaggi di spessore che sappiano garantire affidabilità, buon senso ed equilibrio. Tuttavia è tornato disponibile un certo Silvio Berlusconi che ha già governato per nove anni e che per ben tre volte ha presieduto vertici internazionali come G7 G8“.