Borghezio a Weber: "Vogliamo un Governo. Che ci restituisca sovranità se permette…"

“State giocando col fuoco perché l’Italia è pesantemente indebitata”. Lo afferma il leader dei Popolari europei (Ppe), Manfred Weber, in una dichiarazione ai media tedeschi precisando che “le azioni irrazionali o populiste”, da parte del futuro governo targato M5S-Lega “potrebbero provocare una nuova crisi dell’euro”. Ma l’europarlamentare Mario Borghezio non ci sta e risponde a tono al leader dei Popolari europei.
“L’intervento a piedi uniti del leader tedesco Manfred Weber – dichiara l’europarlamentare Mario Borghezio – contro l’alleanza di governo Lega/M5S è la voce dei padroni del vapore europei infastiditi da un’Italia che osa alzare la testa”. Aggiungendo: “dalla Germania, che ha caricato sul contribuente europeo i deficit delle sue banche, sarebbe auspicabile un po’ di prudenza sul tema”.
Insistendo: “non mi risulta peraltro che alcun esponente politico italiano, durante la lunga e penosa fase durata 6 mesi delle trattative per il governo tedesco, si sia permesso simili sgradevoli intrusioni”.
Intrusioni che secondo Weber sono “un invito ad usare la ragione”. D’altronde, continua Weber, “nella vita di tutti i giorni, non c’è alternativa che lavorare a stretto contatto e in collaborazione con i nostri vicini in Europa”. “Per questo spero che le persone finiscano per rendersi conto che il populismo diffonde molte bugie e non offre nessuna risposta costruttiva“, conclude il leader dei Popolari europei, precisando di “rispettare” comunque il “risultato elettorale” degli italiani.