Governo. No di Mattarella a Paolo Savona ministro dell'Economia

"Se si torna al voto ne risponderà il Colle"

“Salta tutto”. Questa la minaccia del M5S dopo che, nella giornata di oggi, il Colle ha risposto con un fermo “no” all’ipotesi di Paolo Savona ministro dell’Economia.
Una partita, quella che si sta giocato da giorni su Savona, che potrebbe ora far tornare in bilico la maggioranza difficilmente costruita in questi mesi di trattative. Una vittoria per tutti coloro che invece, fanno il tifo affinché quest’esecutivo non parta proprio.
Già, perché se davvero il tutto per tutto si gioca sul nome di Paolo Savona, allora c’è chi è già pronto a scommettere sul fatto che questo Governo – incagliato sul ministro che Salvini e Di Maio vogliono a tutti i costi – non parta proprio. Una strategia, secondo alcuni: l’exit strategy per il governo tecnico che a a tanti leader europei (l’asse franco-tedesco in primis) piace tanto.
E allora, se cosi dovesse essere, che “salti tutto e si torni al voto”, scrive Repubblica. “Se dovesse fallire quest’ultimo tentativo, non è escluso che il premier incaricato Giuseppe Conte sciolga negativamente la riserva e rinunci all’incarico di formare il nuovo governo”.
Forse, questa volta, Matteo Salvini sarà più arrabbiato di prima. E le reazioni – questa volta non solo sui social – potrebbero far tremare l’esecutivo, confermando la frattura del Colle con il popolo italiano. “Se bocciano il nostro nome diremo arrivederci e grazie”, aveva infatti affermato Salvini, concludendo: “se si torna al voto ne risponderà il Colle”