Festival dell'Economia: dov'erano gli antagonisti?

Sono rimasti in silenzio, non si sono fatti vivi neanche in occasione dell’arrivo di George Soros al Festival dell’Economia domenica. Le varie forze di estrema sinistra e gli anarchici presenti in città, che tanto nelle settimane scorse hanno fatto discutere per la loro dura presa di posizione in occasione di eventi quali l’adunata nazionale degli alpini, in occasione del Festival dell’Economia sono rimaste silenti.
Da segnalare solamente il festival alternativo organizzato in concomitanza con l’evento dello Scoiattolo, Oltreconomia festival, organizzato dal Centro Sociale Bruno, che non è stato altro che un festival parallelo. Sembrano proprio finiti i tempi in cui i sindacati, le forze di sinistra o le organizzazioni anarchiche protestavano contro la finanza, il consumismo, la politica e il capitale. L’evento simbolo del capitalismo in provincia si è così potuto svolgere senza alcun problema, anche grazie al loro silenzio. Un mistero perché rimanere muti di fronte alla platea di persone che hanno condotto politiche economiche discutibili non è proprio nei criteri di tutti coloro che aderiscono alle teorie marxiste.
Vi è stata solamente una piccola e simbolica protesta da parte di alcune sigle sindacali all’inizio del festival, iniziativa che purtroppo non ha avuto seguito. I motivi dell’assenza di qualsiasi forma di protesta da parte degli antagonisti sorprende, dato che un mese fa il Trentino diede una pessima immagine in occasione della pacifica adunata degli Alpini per via di tutta una serie di eventi che lasciarono spiazzate molte persone.
Ma va tutto bene perché di fronte alle richieste della finanza si deve solamente chinare il capo.