Conte e quel volo di Stato per il G7 contestato dalla sinistra. Il Pd: “Usa lo stesso aereo di Renzi”

Il neo-premier Conte ha viaggiato su un volo di Stato per recarsi, nel suo debutto internazionale, al G7 in Canada. Fin qui (apparentemente) nulla di strano, se non fosse che secondo il PD, quello stesso aereo utilizzato da Conte in realtà sarebbe lo stesso utilizzato da Renzi.
“I Cinque Stelle hanno cercato di organizzare fino all’ultimo la trasferta con voli di linea, – spiega il Movimento – ma non è stato possibile”. E così ora ecco che dall’opposizione montano le polemiche dopo che per anni i grillini hanno sollevato diverse critiche contro il fatto che Renzi utilizzasse l’aereo per i “voli di Stato”. Peccato che questa volta, nonostante il “volo blu” (comunque del tutto legittimo per un incontro istituzionale in un vertice del G7 da parte di un Premier) “non sia, secondo lo stesso Movimento, lo stesso Airbus di Renzi”.
Una vera e propria gaffe dunque quella del Partito Democratico, secondo i grillini. Che ci tengono ad assicurare, in ogni caso, che è intenzione del premier utilizzare il più possibile aerei di linea, soprattutto per le tratte più brevi. Rassicurazione che per i più scettici oppositori non è bastata, provocando dure reazioni nonostante la notizia fosse stata comunicata in maniera del tutto trasparente anche dalla presidenza del Consiglio.