Provinciali 2018. Biancofiore apre a un Patto post voto tra centrodestra e M5S

Non chiude del tutto alla possibilità di un accordo tra centrodestra e M5S Michaela Biancofiore, deputata di Forza Italia vicino a Berlusconi. “Personalmente, come noto, non sono pregiudizievolmente contraria ad un eventuale accordo territoriale con i 5 stelle locali guidati dal Ministro Fraccaro come già avviene peraltro nel comune altoatesino  di Laives, ma ritengo che un’alleanza programmatica debba partire innanzitutto dalla forte affermazione elettorale del centro destra”, ha affermato Michaela Biancofiore che poi è ritornata sul concetto che Forza Italia, Lega, fratelli d’Italia e civiche territoriali di centro  destra, sono perfettamente in grado di vincere da sole le elezioni in Trentino ma anche in Alto Adige, forti della rivoluzione locale attesa dalla popolazione e  del supporto e la fiducia manifestate dagli elettori “con la formula più classica del centro destra unito inventato da Silvio Berlusconi”.
Certamente, ad avviso di Michaela Biancofiore, il “Trentino ,come spesso avviene, working in progress- potrebbe anticipare gli scenari nazionali futuri basati sui fatti che sarà in grado di realizzare il governo, specie sui programmi del centro destra, ma oggi è auspicabile che  il Presidente Berlusconi e il Ministro Salvini, si incontrino al più presto per confermare l’alleanza senza se e senza ma e stabilire a quale dei due partiti del centro destra, vada la candidatura alla presidenza del Trentino, affinchè si vada a cogliere questa ennesima importantissima  vittoria attesa da anni dai cittadini del Trentino Alto Adige”.
Il modello potrebbe essere, infatti, quello di Laives dove attualmente il Comune si basa su un Patto di Governo comunale tra il centrodestra e il M5S.