I 630 migranti dell'Aquarius hanno ottenuto un permesso di soggiorno di 45 giorni

I 630 migranti dell’Aquarius sono arrivati ​​ieri a Valencia e tutti hanno ricevuto un permesso di soggiorno di 45 giorni. Non saranno quindi subito rimpatriati, a meno che non abbiano un precedente ordine di espulsione. Il permesso previsto dalla legge sull’immigrazione spagnola è per circostanze eccezionali, in questo caso umanitarie. Dopo questo periodo, la legge sarà applicata in base alla situazione di ciascuno.
Come ricorda El Pais, nel caso della flottiglia dell’Acquario il governo li ha classificati come migranti irregolari, quindi la legge non prevede il loro ritorno. Il rimpatrio forzato verrebbe preso in considerazione solo se su alcuni di essi fosse pesato un precedente ordine di espulsione che comporta il divieto di entrare in Spagna. Ieri notte nessun caso di queste caratteristiche si è materializzato, secondo un portavoce della polizia nazionale. Dopo 45 giorni, la legge sarà applicata a seconda delle circostanze di ciascuno dei 630 migranti. Tutti hanno il diritto di chiedere asilo. Alcuni saranno in grado di beneficiare di questa protezione internazionale e altri cercheranno di regolarizzare la loro situazione in un altro modo.