Bisesti (Lega): "Superflue le polemiche sul censimento dei rom"

Le polemiche di questi giorni in merito alla proposta di Salvini del censimento dei rom sono superflue“. Così ritiene Mirko Bisesti, segretario della Lega in Trentino che, per difendere l’istituzione del censimento richiama la storia antica: “Il censimento è uno strumento usato fin dai tempi di Roma: basti pensare alla figura di Gesù Cristo, nato a Betlemme mentre Giuseppe e Maria si stavano recando al censimento indetto dall’imperatore Augusto“.
Il censimento – continua Bisesti – è intrinsecamente connesso alle tradizioni romane dell’Europa e del Trentino e assolutamente non è adottato per attuare pulizie etniche. Mi stupisce anche che il Consigliere Civico ritenga i rom i soggetti più deboli, paragonando gli italiani a semplici persone in difficoltà. A mio avviso, sono proprio gli italiani i più deboli“.
Da Segretario della Lega in Trentino, noto che sono sempre di più i trentini che ci sostengono per vedere un cambiamento che porti allo Stato di Diritto e ad una effettiva Pace sociale“, continua Bisesti, sottolineando anche che le accuse di voler importare leggi razziali lo preoccupa.
Noi chiediamo rispetto delle regole anche per i rom, anche in Trentino. Paventare le leggi razziali ci preoccupa perché chi afferma queste cose è forse il primo a pensarle e ciò, da parte nostra, è inaccettabile” ha concluso Bisesti.