Arriva l'estate sul Baldo, più di 60 eventi tra Trentino e Veneto

Lunedì c’è “L’imparò” (percorsi di scrittura creativa, ludo-grammatica e letture interlingua e inter-età), martedì gli approfondimenti con conferenze e presentazioni di libri cui si affianca, nelle frazioni, “nati per leggere”. Mercoledì è il giorno del cinema, giovedì quello della musica con, in abbinata, “nati per leggere”, in questo caso a Brentonico. Alcuni sabati ci saranno visite guidate all’organo restaurato, alla chiesa e alla cripta, alcune domeniche il teatro per ragazzi.
A questo “menù” settimanale si affiancano i due “acuti” della stagione: “Monte Baldo Mon Amour”, che coinvolge tutti i 15 comuni del Baldo, e “Via crucis per i soldati morti” con trenodie liturgiche e parole pacifiste a cornice e commento delle 16 stazioni della via crucis di Othmar Winkler, che prevede l’eccezionale esposizione dei bronzi originali.
L’assessore alla cultura Quinto Canali spiega: «61 eventi per animare quasi tutti i giorni di luglio e agosto. Abbiamo elaborato un programma capace di innestarsi in quello dell’Azienda di promozione turistica e che evitasse sovrapposizioni anche con le tante sagre e feste. Su tutto, spiccano due eventi. “Monte Baldo Mon Amour” rientra nell’ampio progetto per candidare il Baldo a patrimonio dell’umanità: un progetto che deve superare i confini politici e, dunque, coinvolge 15 comuni».
«In ordine alfabetico: Ala, Avio, Brentino Belluno, Brentonico, Brenzone sul Garda, Caprino veronese, Costermano sul Garda, Ferrara di Monte Baldo, Garda, Malcesine, Mori, Nago – Torbole, Rivoli veronese, San Zeno di Montagna, Torri del Benaco. Si comincia sabato 28 luglio con l’apertura della mostra sull’editoria del Baldo a Palazzo Eccheli Baisi: “Monte Baldo unitario: l’editoria”. Esponiamo 5 volumi per ogni comune: quelli da loro segnalati come i più significativi per rappresentare il Baldo. Noi aggiungiamo molte pubblicazioni storiche o recenti, ne abbiamo già identificate più di 100. Inoltre disegneremo, per la prima volta, la mappa politica unitaria del Monte Baldo. Negli appuntamenti successivi il tema si declinerà: il 31 luglio “Monte Baldo unitario: la visione politica” con la presenza di rappresentati della Provincia di Trento e della Regione Veneto. Martedì 7 agosto “Monte Baldo unitario: le opportunità economiche e sociali”; martedì 14 agosto “Monte Baldo unitario: la cultura e i miti”».
L’altro evento di spicco sarà quello di chiusura dell’estate, il 9 settembre. Spiega ancora Canali: «Al caposaldo del Monte Giovo proponiamo una via crucis per i soldati morti: un evento artistico in dimensione sia letteraria che musicale, attorno alle 16 stazioni della via crucis di Othmar Winkler. Eccezionalmente, gli originali saranno esposti durante la manifestazione. Ci saranno canti e parole pacifiste, per ricordare che i soldati sono morti, non caduti».
Tornando a una visione d’insieme, ci saranno anche l’apertura della biblioteca comunale, le colonie diurne, eventi tra arte e storia, incontri sulla Grande Guerra, i martedì con la Sat, le mostre a Palazzo Eccheli Baisi. «Voglio ringraziare – conclude l’assessore – l’ufficio cultura del Comune, per il costante lavoro portato avanti tutto l’anno».