Valle di Ledro, grande successo per il Campeggio Provinciale Allievi Vigili del Fuoco

Con la grande esibizione di ieri mattina a Pieve di Ledro si è ufficialmente concluso il Campeggio Provinciale Allievi Vigili del fuoco del Trentino, quest’anno ospitato in Valle di Ledro.

Per quattro giorni gli oltre millecento ragazzi e ragazze dai 10 ai 18 anni, hanno svolto esercitazioni e si sono preparati sotto lo sguardo attento degli istruttori quasi in riva al Lago di Ledro, dove sabato si è svolta anche una esercitazione di salvataggio con l’utilizzo di cani e dell’elicottero. Nella giornata di domenica hanno invece mostrato tutta la loro abilità tecnico-professionale, con esercitazioni tecniche sul campo ed anche l’utilizzo degli idranti. Veri e propri getti di volontariato, stavolta a scopo puramente spettacolare (con l’acqua colorata) ma che normalmente servono a garantire la sicurezza in caso di incendi.

Un grande lavoro applaudito a più riprese dal pubblico e dalle numerose autorità presenti, a cominciare dall’assessore provinciale Competente Tiziano Mellarini, dal presidente provinciale VVF volontari Tullio Ioppi, dal sindaco Renato Girardi, dalla Presidente del Consorzio per il Turismo Maria Demadonna, dai rappresentanti delle forze dell’ordine e del mondo del volontariato legato alla protezione civile.

Il campeggio ha visto un grande lavoro collettivo dell’Unione Distrettuale Alto Garda e Ledro, guidata dall’ispettore Michele Alberti con il vice ispettore Renato Santi nel ruolo di coordinatore e il supporto a livello locale di Giorgio Turrini. E l’evento non è cosa da poco se è vero che ha richiesto quasi due anni di lavoro preparatorio al fine di definire e ritoccare ogni singolo dettaglio.

Ad seguire tecnicamente i giovani vigili del fuoco di 130 gruppi trentini (affiancati da altri ragazzi provenienti dalla Valle d’Aosta e dalle località bresciane di Palazzolo sull’Oglio e di Verolanuova) sono stati 306 istruttori provenienti da tutto il territorio provinciale: per ospitarli sono state allestire oltre cento tende su di un’area di circa 35 mila metri quadri ma anche i tendoni mensa e delle varie attività logistiche. Tra questa anche il coordinamento di 25 escursioni in quota in varie località della valle di Ledro e anche dell’escursione per tutti sul battello del Lago di Garda.

Ieri la conclusione con la tradizionale sveglia alle 7 seguita da alzabandiera, dalla sfilata per le vie del centro di Pieve di Ledro e alla dimostrazione pratica delle abilità maturate dagli allievi Vigili del Fuoco, prima del passaggio di testimone al Comitato Organizzatore del Campeggio 2019.

E se venerdì la giornata è stata edicata alle escursioni, con gli organizzatori in grado di individuare ben 25 differenti percorsi approfittando appieno delle possibilità concesse dalle Alpi di Ledro e dai tracciati che conducono ai tre laghi di Ledro, Garda e Tenno. E se ieri gli allievi VVFF hanno effettuato un’uscita in battello sulle acque del Garda, divisi in due gruppi, e parallelamente predisporre le varie figure e attività proposte, ieri l’emozione e l’orgoglio di mostrare quanto valga per la collettività il lavoro del volontariato.

E anche stavolta la Valle di Ledro si confermata territorio ideale per la pratica di attività e di team-building: in un ambiente sano e pulito (certificato da Unesco) il fare gruppo diventa naturale, a maggior ragione all’interno di un substrato sociale che fa del volontariato e degli aspetti sociali un autentico punto di forza, principi di fatto fondanti la filosofia e l’opera del Corpo dei Vigili del Fuoco.