Ledroman, l'evento di Triathlon attento anche ai ragazzi disabili

Ledroman è due volte da record, sia per aver raggiunto la stratosferica quota di 1000 iscritti, sia per l’attenzione che sin dalla prima edizione riserva agli atleti e ai ragazzi meno fortunati.

“Sin dalla prima edizione del 2014 abbiamo avuto un’attenzione particolare a tutti gli atleti – racconta Carlo Santi, presidente del comitato organizzatore – e domenica 15 luglio al via del Ledroman avremo alcuni atleti speciali, con un sofferente di Parkinson, un ipovedente che gareggerà in coppia con la propria guida ed un ragazzo autistico, tra l’altro portacolori della TriLedroEnergy che proprio nei giorni scorsi ha voluto fare un test della gara. Per lui, come per tutti gli altri, poter vivere una simile esperienza è molto significativo. Si potrebbe riflettere sul motivo che fa sì che a Ledroman si possano verificare queste situazioni e la risposta che ci diamo è che evidentemente piace la nostra organizzazione e che gli atleti si sentono al sicuro. E per noi è un onore”.

L’ormai celebre triathlon sprint organizzato in Valle di Ledro dalla TriLedroEnergy vivrà la sua quinta edizione Valle di Ledro domenica 15 luglio prossimo con le sue frazioni di 750 metri di nuoto nelle acque del Lago di Ledro, 20 chilometri in sella alla bici con due giri del lago e 5 chilometri di corsa, da Pieve a Mezzolago e ritorno.

Una gara che in un lustro ha convinto tutti, ritagliandosi un ruolo preminente nel calendario nazionale e non solo per la bellezza del contesto naturale in cui è inserito ma anche per l’impegno degli organizzatori, capaci di offrire una gara di grande qualità in tutte le tre frazioni, compresa la completa chiusura al traffico delle strade interessate al settore sulle due ruote.

In un simile scenario un triathlon come Ledroman diventa un’autentica esperienza, da vivere a seconda delle proprie possibilità per godere appieno di una giornata di sport nella natura. Un’esperienza che possono vivere tutti, senza limitazioni.

Ma l’attenzione nei confronti dei meno fortunati è da sempre nelle corde di Ledroman e TriLedroEnergy. “Da anni devolviamo fondi a DinamoCamp e alla Fondazione San Patrignanocontinua Santie per la realizzazione del pacco gara ci siamo rivolti ancora una volta alla Cooperativa Eliodoro di Riva del Garda che hanno confezionato un prodotto davvero eccellente. Senza dimenticare l’impegno che la nostra società rivolge ai giovani atleti con un progetto rivolto ai più giovani che nelle scorse settimane hanno vissuto un camp di grande impatto”.

Sin dal sabato infatti si respirerà aria di festa, con una braciolata programmata dal pomeriggio inoltrato nei pressi della zona cambio, con la presenza tra gli altri di Giorgio Calcaterra, l’ultramaratoneta più volte campione iridato che oltre a prendere parte a Ledroman sarà a disposizione dal sabato per dispensare consigli e suggerimenti a tutti, oltre a presenziare alla serata informativa che coinvolgerà, tra gli altri, anche l’irriverente ironia di Cleto La Triplice, triatleta ed iron-man autentico divulgatore dello sport fatto di nuoto, bici e corsa attraverso le sue opere letterarie.

Domenica quindi, con prima partenza alle 14:15, mille atleti si tufferanno nelle acque color cobalto di Ledro per poi montare in sella e chiudere correndo, sempre sulle sponde del lago.