Presidio Lega a Borgo Valsugana in difesa dell’Ospedale S.Lorenzo

Si è tenuto stamattina davanti allo storico Ospedale di Borgo Valsugana il presidio della Lega Trentino a difesa del servizio sanitario decentrato che rappresenta, servizio sempre più depotenziato e sminuito dall’amministrazione provinciale attuale. In piazza c’erano tutti i rappresentanti territoriali della Lega, assieme ad alcuni rappresentanti delle istituzioni, incluso il Sindaco di Borgo, e diversi cittadini; dietro le finestre, il personale sanitario e amministrativo dell’Ospedale, che soffre, oltre che per una condizione organizzativa che li mette sempre più in difficoltà, per non poter essere al presidio, stanti le direttive interne vigenti.
Della Lega Trentino erano presenti il Segretario Nazionale Mirko Bisesti, il Segretario di Circoscrizione Roberto Paccher, il Segretario della Sezione di Borgo Valsugana On. Stefania Segnana, il Presidente Nazionale Alessandro Savoi ed i segretari delle sezioni dei territori afferenti all’ospedale, portatori delle istanze dei cittadini.
I temi discussi dai presenti sono molti, perché da lungo tempo si accumulano le mancate promesse della Provincia ed i conseguenti tagli dei servizi, a partire dagli orari dei reparti dell’ospedale, con chirurgia ridotta al day hospital, alla riduzione dei servizi decentrati, come il taglio delle guardie mediche e del servizio di prelievi. Nelle scorse settimane lo stesso sindacato degli infermieri ha segnalato il grave stato di carenza di personale che genera un sovraccarico di lavoro in chi rimane ed un calo del servizio al cittadino; i rappresentanti della Lega, nel portare solidarietà ai lavoratori della sanità, hanno ribadito come l’Autonomia sia a servizio del cittadino per migliorare quanto riceve e non il contrario.
L’Ospedale S. Lorenzo è stato fondato nell’anno 1496 e da allora ha prestato la sua opera a soccorso degli ammalati e a sostegno delle comunità del territorio anche in tempi di grave povertà, non si comprende quindi perché, con le risorse economiche dell’Autonomia e la tecnologia moderna a disposizione, oggi sia proprio questo servizio primario a soffrire dei peggiori tagli. Il supporto ai servizi sanitari decentrati è sempre stato uno dei temi importanti per la Lega del Trentino e tale è ancora nel progetto Lega per il Trentino, che vogliamo rendere concreto dal prossimo ottobre.