Alpiedi-Writers Edition, l'evento che unisce letteratura e trekking montano

Sei giorni tra montagna e letteratura, tra arte e natura. È quanto propone Alpiedi – Writers Editions, il trekking montano di sei giorni promosso dalla Rete di riserve Alpi Ledrensi in collaborazione con ITAS – Premio del Libro di Montagna, Trento Film Festival e MUSE che da domenica 29 luglio a venerdì 3 agosto coinvolgerà alcuni noti autori del panorama italiano sui sentieri delle Alpi di Ledro. INFO: www.vallediledro.com

Sei percorsi nella natura e nella letteratura con diversi profili di tracciato e impegno, che da Storo porteranno a Molina di Ledro con le soste, in ordine di percorrenza, a Malga Alpo di Bondone, al Rifugio Garibaldi di Tremalzo, a Biacesa, al Rifugio Nino Pernici a Bocca di Trat e all’Ex Centrale Elettrica della Val Concei.

Ogni località sarà teatro anche dell’incontro letterario con gli autori che si alterneranno accanto ai trekker in ciascuna giornata: Francesco Vidotto (L’anima antica della montagna fra presente e futuro), Alberto Paleari (Attraverso la montagna. storie di lunghe percorrenze), Anna Torretta (Antica Montagna: fra adrenalina e pace), Franco Michieli (Lo spazio per perdersi: tra il gusto per l’incertezza ed il linguaggio della natura), Tommaso D’Errico e Alessia Battistoni (Giovani e Montagna, una scelta oggi) e Anna Sustersic e Filippo Zibordi (Il bosco delle fiabe e la paura ancestrale) con l’atto conclusivo animato da Luca Mercalli e la Banda Osiris.

Al termine di ogni giornata di cammino, nel clima informale di un aperitivo, camminatori, scrittori ed esperti avranno l’occasione di discutere assieme di temi come l’anima antica della montagna tra tradizioni e paesaggio, la geografia e il linguaggio della natura, i giovani e il futuro della montagna, la paura ancestrale del bosco, i cambiamenti climatici. E dopo cena, alla luce delle stelle, le letture scelte tratte dalle opere degli scrittori, guideranno l’immaginazione dei partecipanti al trekking. 

Fascino, paura, orientamento, smarrimento, percezione, elevazione: sono molti i temi legati ai trekking, ai pellegrinaggi, ai percorsi che, passo dopo passo, ci rallentano alla velocità del viaggio, ci riportano a contatto con la natura e noi stessi. Per questo da sempre, i cammini a lunga percorrenza, ispirano le parole di scrittori e poeti. L’evento si concluderà a Molina di Ledro, presso il Museo delle Palafitte dove venerdì 3 agosto, in occasione del termine del trekking, lo spettacolo “Non ci sono più le quattro stagioni” con Luca Mercalli e la Banda Osiris.

La Valle di Ledro con tutto il suo pregio ambientale, certificato dall’Unesco con l’inserimento nel progetto Riserva della Biosfera, si rivela quindi palcoscenico naturale e ideale per un viaggio introspettivo e letterario che trova nella notevole biodiversità e negli aspetti legati alla wilderness caratteristica delle Alpi di Ledro gli elementi enfatizzanti per sei giornate da vivere appieno immersi nella natura incontaminata della Valle di Ledro.