Provinciali 2018. L'UPT non punta su Ugo Rossi

Manca ancora la convergenza sul nome del candidato Presidente per la coalizione di centrosinistra in Trentino. Il Parlamentino UPT ha approvato un documento che poi presenterà anche al tavolo di coalizione. Il Parlamentino dell’UPT riconferma la volontà di mantenere il patto di unità della coalizione attuale; il forte investimento su un programma di alto profilo; la ricerca di cooperazione con persone e forze civiche e politiche disposte a concorrere ad una nuova Alleanza capace di rappresentare una credibile alternativa alla deriva omologante proposta dalla destra sovranista e l’individuazione comune, con spirito costruttivo, di un candidato Presidente che rappresenti assieme la coerenza rispetto ai valori perseguiti nelle scorse legislature e la prospettiva di un ciclo politico nuovo.
L’UPT si riconferma, in questo senso, pienamente disponibile al confronto finale al tavolo della coalizione ed auspica che anche il PD, quale partito principale della coalizione uscente, si adoperi per creare le condizioni favorevoli ad una soluzione il più possibile unitaria, autorevole ed elettoralmente competitiva.
Ora, dunque, il tutto ritorna innanzitutto nel campo del Partito democratico, che l’Upt chiama direttamente in causa. Il Partito Democratico dovrà quindi scegliere un’alternativa valida a Ugo Rossi, fermo restando che difficilmente il PATT ritirerà la candidatura del Presidente uscente.