Mirko Bisesti replica alle accuse del "Trentino" con una diretta su Facebook

Attraverso una diretta dal suo profilo ufficiale Facebook Mirko Bisesti ha voluto replicare a Paolo Mantovan, vicedirettore del “Trentino”, che ieri aveva pubblicato sulle pagine del suo quotidiano un editoriale dal titolo “Caro Bisesti permette un consiglio”.
Dall’articolo Paolo Mantovan invitava il Segretario Nazionale della Lega Nord Trentino a non fare “un certo tipo di comunicazione social” prendendo come esempio alcuni post pubblicati da Bisesti su Facebook.
A seguito di questo articolo Mirko Bisesti ha prontamente inviato il suo contradditorio al quotidiano senza però veder pubblicata la sua risposta. Così dopo aver contattato Mantovana ed aver ricevuto la promessa di venire pubblicato domani, Bisesti ha voluto comunque leggere in anteprima ai suoi sostenitori la risposta.
Il Segretario Nazionale di Lega Nord Trentino ha replicato a Mantovan spiegando come ai giorni nostri l’utilizzo dei social network sia molto importante come ampiamente dimostrato dalle varie “campagne social” di personaggi come Obama, Trump, Salvini o Grillo, criticando successivamente la limitatezza del giudizio del vicedirettore del “Trentino” rispetto ai post dello stesso Bisesti.
Bisesti ha poi proseguito lamentando il trattamento riservato dalla stampa alla Lega e a Salvini a seguito dell’aggressione subita dall’atleta Daisy Osakue, considerate vere e proprie aggressioni devastanti.
“Tutta la stampa si è scagliata violentemente contro la Lega e Salvini invece che condannare il gesto di tre cretini” ha proseguito Bisesti, “Il PD è responsabile di questi attacchi per questo io ci ho messo la faccia portando le uova nella sede del PD”.
Il Segretario Nazionale ha rincarato accusando la stampa di aver strumentalizzato in primis il colore della pelle di Daisy Osakue per inneggiare al razzismo e, in secondo luogo di aver mistificato i fatti e condotto una campagna mediatica terribile nei confronti del Ministro dell’Interno e del suo partito considerati colpevoli ancor prima che si conoscessero bene i fatti.
Contestualmente Mirko Bisesti ha invitato tutti a riportare l’informazione ad un livello normale, anche utilizzando strumenti come le dirette Facebook e i post sui social network senza dover necessariamente ricorrere ai media tradizionali.
Concludendo Bisesti si è dichiarato aperto ad ogni tipo di confronto sia di persona che attraverso qualunque piattaforma, così da cercare di risolvere i problemi di comunicazione e di riportare la situazione al più presto alla normalità.