"Deos", le paure umane raccontate al Teatro Comunale di Pergine

Il 30 ottobre alle ore 20.45 al Teatro di Pergine all’interno dell’evento “ScenaTrentina” va in scena Deos il nuovo spettacolo della Compagnia Controra incentrato sul tema della paura.
Lo spettacolo si ispira alla nostra società ma soprattutto prende spunto dalle paure personali, da esperienze condivise e autobiografiche, da immagini, suggestioni e racconti che sono stati elaborati nel tempo e hanno dato corpo a questo viaggio metaforico.
La paura è parte integrante della società di oggi, dove il dover difendersi da qualcosa o qualcuno che potrebbe nuocere sembra essere il denominatore comune. E’ un istinto necessario, salva e protegge dai pericoli imminenti, ma può anche diventare una fonte di blocchi, un ostacolo che lentamente trasforma il modo di vivere e affrontare la quotidianità.
In Deos il linguaggio della danza e del teatro interagiscono creando un tutt’uno in una forma essenziale dove il gesto, l’espressività e la danza diventano parola e la parola si fonde nel suono, nella musica e nel corpo. Elementi simbolici e metaforici si susseguono in quadri per raccontare un percorso, un viaggio dentro se stessi dove riconoscere e riconoscersi.
“L’ora di Pan è il meriggio: in quel momento egli appare nell’impeto e nel fulgore del mezzogiorno facendo sussultare l’uomo e l’animale in un cieco terrore”. – James Hillman
Gli interpreti e i creatori di Deos sono Natascia Belsito, Andrea Deanesi e Fannj Oliva. Nel progetto sono stati coinvolti diversi artisti e professionisti, alcune musiche originali sono state composte da Elia Pedrotti e Fabio Soldi, incluse nel progetto musicale e sonoro di Andrea Deanesi, il disegno luci di William Trentini, la scenografia è della pittrice Annalisa Filippi, elementi scenici e consulenza per i costumi Lucia Santorsola e le foto di Monica Condini.
Il progetto nasce da un’idea di Natascia Belsito, sposato e condiviso da Andrea Deanesi e Fannj Oliva. Diversi sono stati gli step di lavorazione, 4 residenze lunghe (CID – Centro Internazionale della danza/ORIENTEOCCIDENTE dance festival, ATELIER A presso il Castello di Apricale in provincia di Imperia, KOMM TANZ progetto residenze Compagnia Abbondanza/Bertoni in collaborazione con il comune di Rovereto e TeatroE nell’ambito della rassegna promossa dal Teatro di Villazzano Teatro danza- un linguaggio da scoprire) che hanno dato la possibilità di lasciar maturare la creazione e vederne la trasformazione.
Prezioso è stato il contributo della fondazione CARITRO che ha sostenuto il progetto, la coproduzione dell’associazione “La casa della danza” di Borgo Valsugana e l’appoggio dell’associazione Artea di Rovereto hanno reso possibile la realizzazione del tutto.