Gad Lerner: "Salvini? Se ora è il politico italiano più famoso nel mondo lo deve alla paralisi dei suoi avversari"

Gad Lerner è intervenuto ai microfoni diRai Radio2nel corso del format “I Lunatici”, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, in onda ogni notte dall’1.30 alle 6.00 del mattino.
Gad Lerner, grande tifoso interista, è tornato sul derby di Milano: “Il gol di Icardi all’ultimo secondo mi ha fatto venire un orgasmo, molto prolungato nel tempo, quasi estenuante. Meritavamo di vincere, ormai ci eravamo rassegnati. Allo stadio non ho mai abbracciato tanti sconosciuti come l’altra sera, la vittoria ci spettava. Conquistarla su papera del portiere più chiacchierato degli ultimi anni, con il gol del nostro capitano, ammetto che mi abbia fatto sconfinare dal calcio alla politica. Nella tribuna davanti a me c’era Salvini, milanista accanito, che mi manda molto spesso dei messaggi di sfottò e dei bacioni, ho voluto fare altrettanto, ricordandogli che anche noi abbiamo un capitano, extracomunitario, che si chiama Mauro Icardi. Segna dei gol bellissimi, se lo beccasse. Rivendico fino in fondo il mio delirio, il mio interismo precede qualunque altra militanza, professionale e politica”.
Sull’ascesa del leader leghista: “Conosco Salvini da tempo, veniva volentieri ospite dei miei talk fin da quando era giovanissimo. Abbiamo un rapporto civile e ci conosciamo bene. Credo che anche lui sia incredulo di quanto gli è capitato in pochi mesi. Il 4 marzo il suo partito era terzo, dietro anche al Pd. Se in pochi mesi è diventato il politico italiano più famoso nel mondo, forse il vero capo del Governo, lo si deve anche a una paralisi dei suoi avversari davanti allo slogan ‘prima gli italiani'”.
Da I Lunatici Radio2 https://www.raiplayradio.it/programmi/ilunatici/