Marsiglia (FederPetroli): "Senza TAP, provvederemo ad azione legale di risarcimento"

Michele Marsiglia, Presidente di FederPetroli Italia, ha voluto rilasciare le sue dichiarazioni ufficiali in merito alla complicata situazione della realizzazione del Gasdotto Trans Adriatic Pipeline (T.A.P.)

Marsiglia, nel nome di FederPetroli Italia, attraverso una nota ufficiale ha dichiarato: “E’ da anni che stiamo investendo e le aziende continuano a spendere denaro per Gare ed offerte per diversi tratti del gasdotto, non ci interessano le penali contrattuali vere o fasulle, se il gasdotto non si realizza, ci faremo promotori in un’azione legale di risarcimento danni nei confronti dell’Istituzione e di chi è responsabile dello stop a questo Progetto, organizzando un pool di aziende coinvolte nelle gare internazionali indette per i diversi tratti del T.A.P.”.

Proseguendo nel suo intervento Michele Marsiglia ha aggiunto: “Questa volta il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ed il Ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio sono stati chiari. Non è solo un discorso puramente politico, la mancata realizzazione del gasdotto Tap è qualcosa che va a sconvolgere i piani industriali di compagnie ed aziende dell’Oil & Gas che per anni hanno concorso al buon esito di questo progetto di rilevanza strategica internazionale. Il danno già ad oggi per ritardi ed altro ha una quantificazione di importi elevatissimi, per non parlare di aziende che hanno rinunciato in corso d’opera per le lungaggini ce si sono susseguite.”

Concludendo il suo intervento il Presidente di FederPetroli Italia ha invitato l’Italia a non commettere gli stessi errori della “vicenda British Gas” degli anni passati. Sopratutto considerata l’importanza strategica del T.A.P nei rapporti commerciali con l’estero.