Il ministro Centinaio: "Stanziato 1 miliardo per sistemare impianti idrici del Paese"

Il ministro delle politiche agricole alimentari forestali e del turismo Gian Marco Centinaio è intervenuto ai microfoni di Rai Radio2 nel corso del format “I Lunatici”, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, in diretta ogni giorno dall’1.30 alle 6.00.
Centinaio ha tracciato un bilancio dei suoi primi mesi da ministro:“Sono stati mesi molto impegnativi, non me li aspettavo così impegnativi anche dal punto di vista fisico. Sono stati comunque positivi perché stiamo lavorando tanto, stiamo dando risposte al mondo agricolo, stiamo progettando quella che è la nuova promozione per il 2019 di quelli che rappresentano i due punti di forza del mio dicastero: enogastronomia e turismo.Sono rimasto sorpreso dalla quantità di prodotti eno-gastronomici italiani contraffatti, non pensavo fossimo i più contraffatti al mondo. Ho scoperto l’Asiago vegano, il prosecco in lattina o il prosecco in polvere il famigerato parmesan. Una cosa molto positiva è il fatto che siamo riusciti a fare filiera anche nell’agricoltura dove non si guarda il colore politico. Temevo di aver a che fare con le solite polemiche all’italiana e invece non è stato così.
Sulla proposta di regalare terreni agricoli come incentivo alla natalità: “La terra a chi fa figli è una nostra idea, coinvolgendo anche il ministro Fontana, il ministro Stefani. L’idea è quella di fare qualcosa per i giovani italiani, che si stanno avvicinando sempre più al mondo agricolo e allo stesso tempo legarlo alla natalità. C’è chi la considera di destra, chi di sinistra. In realtà, semplicemente, è un’idea per portare più figli, più persone, più giovani in quelle aree rurali che in questo momento stanno vivendo un momento di difficoltà e spopolamento”.
Il ministro ha confermato un trend che vede l’interesse per agricoltura in crescita anche a livello universitario:“In questo momento abbiamo sempre meno giovani che vanno all’università, sono in aumento solo quelle dove si studiano materie agricole, anche per diventare manager. Noi vogliamo dare un contributo a questi giovani.
In merito al maltempo Centinaio ha replicato anche al sindaco di Napoli De Magistris che lamentava l’assenza di un piano di messa in sicurezza: “Stiamo cercando di vedere quanti fondi sono a disposizione, ce ne sono molto pochi. Questo maltempo ha colpito quasi tutta Italia e stiamo quindi cercando di fare una stima dei danni subiti dall’agricoltura, assieme agli assessori regionali, e poi valuteremo come intervenire. De Magistris? Queste polemiche ci sono sempre, le ricordo anche quando nella scorsa Legislatura eravamo noi opposizione, voglio lanciare un messaggio positivo: in questo momento abbiamo stanziato 1 miliardo di euro che serve per andare a sistemare tutti quegli impianti idrici esistenti nel nostro Paese come canali o bacini, per raccogliere acqua e utilizzarla in caso di necessità. Erano decenni che l’Italia non aveva un simile piano idrico. Non è facile prevenire ma cerchiamo di farlo”.