De Bertoldi alle celebrazioni per i 100 anni di Trento italiana

Il Senatore di Fratelli d’Italia Andrea de Bertoldi ha partecipato alle manifestazioni tridentine del 3 e 4 novembre, che celebrano il completamento dell’unità nazionale ed il ruolo delle Forze Armate Italiane.
In occasione delle celebrazioni il Senatore de Bertoldi ha voluto sottolineare l’importanza di queste giornate, che rappresentano pure l’Italianità di Trento e Trieste, e che identificano davvero trasversalmente il nostro Popolo, a differenza del 25 Aprile, che, nascendo da una guerra civile, non ha mai davvero unito e pacificato l’intero Paese.
“Occorre quindi partire dai valori condivisi ed unificanti, ha proseguito il Senatore, per onorare realmente i nostri caduti e porre le basi di un’Europa dei Popoli e delle Nazioni Sovrane, che decidono democraticamente di delegare alla UE alcuni poteri in un quadro federale e presidenziale.
Il Sovranismo, che impronterà il prossimo Parlamento Europeo, supererà quindi l’Europa dei tecnocrati e della Finanza, tanto Cara alle Sinistre , per rappresentare finalmente i veri sentimenti delle Nazioni europee”, ha affermato de Bertoldi al termine delle celebrazioni per i 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale.
In conclusione il Senatore de Bertoldi ha commentato con amarezza l’assenza della Politica locale dalle manifestazioni ufficiali del 3 e 4 novembre, se si eccettuano le cariche istituzionali, ricordando invece come soprattutto gli esponenti della Sinistra e degli Autonomisti trentini non si siano mai persi alcuna festa campestre o sagra paesana.