Giro (FI): "Preoccupa il M5S per quello che combina in tutti i settori. Di Maio e Di battista due bulli senza arte né parte."

Francesco Giro, senatore di Forza Italia, è stato intervistato da Radio Cusano Campus, nella radiotrasmissione “Cosa succede in città”, condotta da Emanuela Valente. Il senatore di Forza Italia lungo tutto il corso dell’intervista ha parlato di Roma, della gestione della Capitale del Movimento Cinque Stelle e del governo giallo-verde.
Francesco Giro interrogato su Virginia Raggi e il suo operato come Sindaco di Roma ha dichiarato: “L’eredità che ha ricevuto la sindaca Raggi è catastrofica e la responsabilità è da attribuire a governi di centro-sinistra, centro-destra. E’ vero che non si è trovata una città in buone condizioni però è evidente a tutti che la sindaca è inadeguata e fa il sindaco controvoglia. E’ un lento, inesorabile declino, di un personaggio inadeguato. Non si tratta di bocciare o promuovere, il voto è non classificabile, zero assoluto. Lo sanno tutti, lo sanno anche i grillini. Abbiamo avuto la rappresentazione plastica di questo non classificato, di questo zero spaccato, alla viglia della sentenza dell’altro ieri quando gli esponenti del M5S sono caduti in un silenzio assordante e non hanno espresso nessuna solidarietà alla sindaca che davano già per licenziata. Il bilancio è disastroso e non sarà disastroso. E’ un sindaco che non ha autorevolezza, nessuna competenza ed è fragile sotto il profilo psicologico.”
 
Successivamente il Senatore di Forza Italia ha parlato del sondaggio apparso sul sito Centrodestra.it nel quale gli utenti lo hanno indicato come possibile Sindaco di Roma, aggiungendo: Mi ha fatto piacere, anche perché non ne sapevo nulla. Posso dire che guidare la città di Roma per me sarebbe un grande onore. Non sono tra quelli che dicono: “Lontano da me questo calice amaro”. Mi piacerebbe diventare Sindaco di Roma e non ne ho mai fatto mistero.”
 
Parlando invece di politica nazionale, Francesco Giro ha illustrato il suo pensiero circa la posizione del Movimento 5 Stelle nei confronti dei giornalisti e dell’editoria asserendo: “Mi preoccupa in generale il governo M5S per quello che sta combinando in tutti i settori, dall’economia, all’informazione, al funzionamento delle istituzioni. Non sono meravigliato perché noi come Forza Italia siamo stati vittime per oltre vent’anni di un accanimento mediatico e giudiziario rivolto sistematicamente e scientificamente contro il leader Silvio Berlusconi che in quel periodo era protagonista della scena politica. La stampa a volte esagera e sulla Raggi qualche esagerazione è stata compiuta ma questo non giustifica la reazione di questi due ragazzotti che definisco due bulli da paese, senza titoli. La Raggi almeno ha una sua formazione culturale. Questi non so da dove vengano e che cosa abbiano fatto nella vita. Uno si trova a Palazzo Chigi, l’altro dal Nicaragua discetta delle sorti del nostro paese. Sono due personaggi dai quali non possiamo attenderci molto.
In coclusione di intervista il Senatore Giro ha spiegato la natura dei rapporti tra Forza Italia e Lega a seguito del “botta e risposta” tra Berlusconi e Salvini, dichiarando: Molto complicati perché noi continuiamo a dire che questa maggioranza alla brasiliana si basa su un contratto che non è stato scelto dagli elettori. Un contratto in cui hanno messo insieme cose diverse. Noi avevamo scelto con il nostro alleato la Lega un programma preciso, poi le elezioni sono andate come sono andate forse una certa responsabilità ce l’abbiamo anche noi che non abbiamo ostacolo l’approvazione di un obbrobrio come la legge elettorale Rosatellum. I nodi stanno arrivando al pettine.