Borghezio (Lega): "Trump unico a tenere testa a Erdogan. Politica UE inconcludente

Mario Borghezio, deputato della Lega al Parlamento Europeo, ha affidato ad una nota ufficiale le sue preoccupazioni circa la figura del presidente turco Recep Erdogan.

Da Strasburgo l’europarlamentare Borghezio ha dichiarato: “Proseguono indisturbati i soprusi di Erdogan contro ogni voce fuori dal coro, dentro e fuori la Turchia, anche per distrarre l’opinione pubblica dalla crisi dovuta alla svalutazione della lira turca. Infatti, dopo la giustizia, l‘università, l’esercito e i funzionari pubblici, l’ira del Sultano si è abbattuta sul mondo della cultura, dello sport e dell’arte con inchieste contro i contestatori e perfino la proibizione di allestire nei teatri lavori di autori europei come Shakespeare, Brecht, Cechov e Fo”.

Proseguendo nel suo intervento Mario Borghezio ha aggiunto: “L’unico che in questo momento tiene vigorosamente testa al leader turco è il Presidente Trump, il quale, senza mezzi termini, ha minacciato di ‘devastare economicamente’ la Turchia qualora dovesse colpire le popolazioni curde mentre le forze USA si ritirano dalla Siria”.

Concludendo il suo intervento l’Onorevole Borghezio ha successivamente ricordato come, ancora una volta, l’azione politica dell’Unione Europea si dimostri inefficace nell’affrontare la Turchia nonostante i numerosi proclami in favore dei diritti umani.