Maltempo: effetto gelo sui prezzi. Coldiretti: "Acquistate prodotti locali"

Il maltempo ha provocato effetti anche nei prezzi dei prodotti alimentari. La Coldiretti lascia quindi alcuni consigli per poter fare la spesa a prezzi accessibili senza perdere nulla in fatto di qualità.

Innanzitutto si consiglia di verificare l’origine nazionale, acquistando prodotti locali da comprare possibilmente direttamente dagli agricoltori, senza cercare il “frutto perfetto“. “I piccoli problemi estetici non alterano le qualità organolettiche e nutrizionali” sostiene infatti la Coldiretti.

L’ondata di maltempo ha colpito soprattutto l’offerta di ortaggi, che hanno subito gravi perdite di prodotto nei campi all’aperto, ovviamente, e anche in serra, soprattutto nelle regioni del Centro-Sud. La difficoltà riguarda comunque tutta l’Europa e il bacino del Mediterraneo.

Le campagne del Sud sono state danneggiate nelle coltivazioni invernali – carciofi, finocchi, sedano, prezzamolo, cavoli, verze, cicorie, broccoli – dalle temperature sotto lo zero e dal conseguente sbalzo termico. Si stima che i danni all’agricoltura causati dal maltempo nel 2018 siano stati pari a un miliardo e mezzo di euro.

Ma i danni sono stati anche maggiori nel resto d’Europa. La Coldiretti in un comunicato riferisce che la regione della Murcia in Spagna, che tradizionalmente rifornisce i mercati europei, ha visto rovinati qualcosa come trecento ettari di coltivazioni di carciofi, lattuga e broccoli. Ovviamente l’effetto sul consumatore è una diminuzione dell’offerta con un sensibile aumento di prezzo: nei mercati all’ingrosso le zucchine – ad esempio – sono aumentate del 20%.

Decisamente migliore la situazione per il mercato della frutta: mele, pere, kiwi e gli agrumi non hanno subito grossi danni e i valori di mercato sono non lontani dalla normalità. Bisognerà quindi prestare attenzione che non ci siano speculazioni sui prezzi con la scusante del maltempo.