Lega Nord Trento: "Dopo le parole su Moranduzzo, Gilmozzi si dimetta"

Vogliamo le dimissioni di Italo Gilmozzi, Assessore comunale alle Opere pubbliche“. Questo quanto richiede la Lega Nord della sezione di Trento, ancora sconcertata dalle dichiarazioni rilasciate dall’esponente del Partito Democratico.

In occasione di un incontro coi tesserati del principale partito nazionale di centrosinistra, l’Assessore ha pronunciato frasi di portata gravissima: “Dobbiamo smetterla di dire che noi siamo intelligentoni e gli altri sono tutti ebeti. Finiamola di guardare tutti dall’alto in basso. Io lo dicevo: andando ad un dibattito con Moranduzzo, che tutti considerano un minus habens, avrebbe vinto lui, la gente avrebbe votato lui. Dobbiamo capire come siamo arrivati a questo“.

Resosi conto della gaffe, visto anche il rispetto riscontrato verso Moranduzzo da parte di altri avversari politici, Gilmozzi ha cercato di aggiustare il tiro: “Non era mia intenzione offendere in alcun modo il consigliere. Lo scopo, anzi, era sottolineare il consenso elettorale dello stesso, ottenuto grazie alla sua capacità di interloquire con la comunità e le sue esigenze. Mi scuso per il fraintendimento, ribadisco la mia più completa stima nella persona di Moranduzzo“.

Parole alle quali non crede Bruna Giuliani, Capogruppo della Lega in Consiglio comunale a Trento. Dopo il Question time, la Giuliani ha infatti dichiarato quanto segue: “Le scuse presentate non sono sufficienti. L’Assessore faccia un passo indietro per la serenità della comunità. Le parole usate contro il consigliere sono gravissime e dimostrano una forte paura di Moranduzzo e di tutta la Lega“.