Fattura elettronica, per il Codacons i costi sono scaricati sui clienti

I timori del Codacons si sono avverati e la fattura elettronica si sta trasformando in un costo non indifferente per utenti e imprese“. Lo denuncia la stessa associazione dei consumatori, che sul caso promette un esposto alla Procura della Repubblica di Roma.

Su tutto il territorio si registrano situazioni di piena illegalità, con esercenti che spesso chiedono un supplemento ai propri clienti per l’emissione della fattura elettronica” spiega il Presidente del Codacons Carlo Rienzi.

Si va da un sovrapprezzo di 50 centesimi a quello di 1 euro. C’è chi applica tariffari fantasiosi basati sull’entità della fattura; professionisti come commercialisti e ragionieri chiedono un compenso per la compilazione delle fatture elettroniche dei propri clienti, rendendo questa innovazione una sostanziale tassa occulta a carico della collettività” prosegue il Presidente Rienzi.

Il rischio è che le imprese, sia grandi che piccole-medie, scarichino il costo aggiuntivo dell’emissione della fattura elettronica sui clienti, aumentando prezzi e tariffe dei prodotti” denuncia il Codacons. Ecco perché l’associazione ha intenzione di presentare un esposto alla Procura di Roma, così da mettere nero su bianco tutte le cifre delle illegalità. Un’altra tegola sul provvedimento avviato dal Governo Gentiloni e portato avanti dal Governo Conte, che sul tema sta incontrando più problemi del previsto.