Marini (M5S): "La Provincia autonoma di Trento incentivi il microcredito"

Una delle storiche battaglie del Movimento 5 Stelle è quella legata allo strumento del microcredito. Alex Marini, Consigliere provinciale del Movimento in Trentino, intende rilanciare lo strumento anche sul territorio.

Sono passati 5 anni da quanto i parlamentari del M5S protestarono davanti al palazzo del Ministero dell’Economia contro il ritardo nell’attivazione delle procedure per poter alimentare il fondo di microcredito, acceso con le le loro restituzioni” ricorda Marini.

A distanza di qualche anni più di 20 milioni di euro sono stati versati sul Fondo di garanzia per le PMI. Centinaia di piccole attività sono state avviate e rilanciate in tutto il Paese grazie al microcredito, per la maggior parte costituite da liberi professionisti e ditte individuali ma anche Srl semplificate, Snc, Sas, cooperative e associazioni” sostiene il pentastellato.

Il microcredito è uno strumento che si sta rivelando vincente, assicurando un supporto finanziario essenziale a piccole imprese che non potrebbero accedere al sistema bancario per l’assenza di garanzie” continua Marini. “Partendo da questi dati, abbiamo presentato un’interrogazione per chiedere alla Giunta se intenda aprire un confronto con l’Ente Nazionale Microcredito per far conoscere anche in Trentino le potenzialità connesse allo strumento del Fondo di garanzia“.

Abbiamo inoltre chiesto se la Giunta non ritenga di valutare l’inserimento di specifici moduli formativi sul microcredito nella programmazione dei corsi offerti dall’Agenzia del Lavoro, allo scopo di favorire il reinserimento lavorativo dei soggetti disoccupati. In un momento nel quale il sistema di credito cooperativo sta perdendo quel carattere di mutualità e di autonomia gesitonale, le opportunità offerte dal microcredito sono quanto mai importanti” ha concluso Marini.