Maschio (M5S): "Pericoloso abbandonare la gestione dei richiedenti asilo"

Siamo molto preoccupati in merito alla gestione dei richiedenti asilo” dichiara Andrea Maschio, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle a Trento.

La presa di forza in merito agli sbarchi e la pretesa di avere una suddivisione delle destinazioni europee prima di ogni sbarco sono questioni che condividiamo” ha specificato il consigliere. “Altra cosa è abbandonare la gestione di chi è già in Italia“.

Come portavoce delle esigenze di un Comune come Trento, chiedo agli esponenti nazionali del Movimento di prendersi cura di questo aspetto, che la Lega sembra ignorare o quantomeno prendere sottogamba” continua Maschio. “Chiudere gli appartamenti e soprattutto il centro di Marco vuol dire centralizzare tutti i migranti in un unico spazio, quello della città di Trento. Spazio insufficiente per garantire a tutti un’ospitalità dignitosa“.

Eliminare i corsi di italiano e l’assistenza psicologica vuol dire rinunciare ad ogni speranza di integrazione e convivenza con gli stessi trentini” attacca il consigliere grillino. “Le conseguenze saranno solo quelle di aumentare l’insicurezza della città e perdere anche quella poca capacità di gestire la situazione“.

Chiediamo a gran forza che il nazionale ci aiuti e che le autorità politiche trentine si siedano a un tavolo con tutte le forze politiche per condividere una strategia diversa e comune” conclude Maschio, appoggiato anche da Marco Santini e Paolo Negroni, gli altri consiglieri del Movimento 5 Stelle a Trento.