Trento. Attaccato il Gazebo della Lega in Piazza Pasi

Nella giornata di oggi il Gazebo organizzato dai militanti della Lega di Trento in Piazza Pasi è stato oggetto di un tentativo di assalto da parte di ignoti.

In merito alla vicenda la sezione della Lega di Trento ha affidato ad una nota ufficiale il proprio rammarico.

Attraverso la nota la sezione trentina ha dichiarato: “Per l’ennesima volta le forze “democratiche” che si presentano come “amici del buongusto” hanno tentato di spaventarci attaccando il nostro gazebo in Piazza Pasi e urlando slogan che mostrano per l’ennesima volta il vero volto di forze che solamente a parole si presentano come democratiche”.

Proseguendo nell’intervento i membri della sezione di Trento hanno concluso: “Vogliamo ringraziare le forze dell’ordine che sono intervenute per evitare che nessuno si facesse male anche se tante persone non hanno avuto la possibilità di avvicinarsi a noi per sentire quanto di buono sta facendo la Lega sia a livello nazionale sia a livello locale.”

Per l’ennesima volta, i soliti facinorosi hanno voluto dimostrare la loro contrarietà alla libertà di pensiero impedendoci di spiegare quanto di buono ha fatto Matteo Salvini e la Lega col Decreto Sicurezza” ha aggiunto Mara Dalzocchio, Capogruppo in Consiglio provinciale della Lega.

Queste persone – continua la Dalzocchio – non accettano alcun principio democratico e imbrattano ogni giorno le nostre città con scritte ingiuriose. Deve esserci una risposta pacata e pacifica da parte di persone per bene, come noi della Lega: persone che amano i valori della libertà e del rispetto nei confronti del prossimo“.

Massima vicinanza, a nome di tutto il Gruppo Consiliare Provinciale, ai nostri militanti e a tutti quei cittadini che oggi non hanno avuto la possibilità di informarsi liberamente, senza condizionamenti e intimidazioni da parte di soggetti che non accettano il pensiero altrui” ha concluso la Capogruppo.