Dallapiccola (PATT) interroga la Giunta sui grandi carnivori

Continua la discussione nelle sedi istituzionali della Provincia autonoma di Trento sulla gestione dei grandi carnivori. Michele Dallapiccola del PATT a tal proposito ha presentato quest’oggi un’interrogazione.

L’utilizzo del trinomio recinti, cani da guardia, pascolamento custodito da pastori rappresenta ad oggi il più importante presidio contro i danni provocati dai grandi carnivori” ha dichiarato il Consigliere provinciale. “Tuttavia manca ancora uno strumento per incentivare l’utilizzo di manodopera, utile a gestire gli animali in presenza di grandi carnivori“.

Il problema è che questa implementazione porterebbe ad un aumento dei costi nella gestione della malga. “La precedente amministrazione aveva avviato un percorso di ricognizione giuridico-amministrativa per valutare la fattibilità di un aiuto economico per chi decidesse di dotarsi di personale supplementare durante il periodo di alpeggio da adibire a custodia delle produzioni zootecniche“.

Considerato che dal punto di vista scientifico e secondo letteratura vigente è un fondamentale strumento per garantire la protezione delle greggi e delle mandrie dalla presenza di grandi carnivori – continua Dallapiccola – si interroga la Giunta per sapere se la fase di studio di fattibilità di questo intervento sia stata completata“.

In caso di risposta affermativa, si chiede se sia intenzione di questo esecutivo proseguire con l’ipotesi di sostegno finanziario a questo intervento” conclude il consigliere.