Meloni (FdI): "La manovra del Governo ricorda le scelte fatte dalla sinistra"

Duro attacco alla Manovra economica del Governo Conte da parte di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia. Criticate soprattutto le istanze avanzate dal Movimento 5 Stelle, distanti da quel programma di governo presentato dal centrodestra unito.

“L’Italia è in recessione a causa della fine di un periodo di congiuntura internazionale favorevole. Le scelte disastrose dei governi da Monti in poi nei quali era in maggioranza la sinistra” dichiara la Meloni, svincolando parzialmente il Governo dalla situazione negativa segnalata nell’ultimo trimestre del 2018.

Sicuramente la manovra dell’attuale governo non invertirà la tendenza, poiché ricalca drammaticamente le stesse scelte fatte nel passato. Aumenta la spesa, aumenta il debito, non si fanno investimenti ma si spende in lungo e in largo cercando di accontentare il più possibile i cittadini in vista delle elezioni” attacca la leader di Fratelli d’Italia.

Non c’è il coraggio di fare scelte durature, ma ci si muove in nome del qui e ora, idea che ha già portato gravi guai all’Italia e rischia di crearne ancora di più” sostiene la Meloni, durante un’intervista a Mascalucia a margine di un evento sullo spettro autistico.

Il contrasto allo spopolamento del Sud è un tema posto da tempo da Fratelli d’Italia. Abbiamo chiesto non il reddito di cittadinanza, bensì infrastrutture di cittadinanza, perché quelle possono far davvero ripartire questa parte d’Italia” continua l’onorevole.

Chiediamo che la spesa per le infrastrutture sia divisa tra Nord e Sud in parti uguali. Questa è una di quelle battaglie che Fratelli d’Italia porta avanti da sempre, perché il nostro movimento sa che dallo sviluppo del Sud dipende il futuro dell’Italia intera, non solo del Sud” conclude la Meloni.