Rossato (Lega) ironica: "Rossi apprezza i trasporti gratis per gli anziani"

La Lega in Trentino incassa un parziale attestato di stima – involontario – anche dagli avversari. O almeno così sostiene Katia Rossato, Consigliera provinciale del Carroccio, in risposta alle parole rilasciate da Ugo Rossi al quotidiano L’Adige.

L’ex Presidente della Provincia ed attuale Consigliere per il PATT ha infatti voluto rispondere alle accuse di Sansoni che riteneva il provvedimento di rendere gratuito il trasporto pubblico per gli anziani non così innovativo, dal momento che – a suo dire – in Alto Adige è così già da diverso tempo.

Non me ne voglia il signor Sansoni – risponde Rossi – ma una semplice consultazione del sito dell’azienda altoatesina del trasporto pubblico sarebbe stata sufficiente per leggere che i cittadini altoatesini non viaggiano assolutamente gratis, pur avendo tariffe molto agevolate“.

Dai 65 ai 69 anni pagano 150 euro annui, dai 70 ai 74 75 euro e dai 75 anni in su solo 20 euro” specifica l’ex Presidente. “Non ho la pretesa che si condivida il mio pensiero, assolutamente. Voglio però precisare che, magari sbagliando, cerco di documentarmi prima di farmi un’idea e di documentarla“.

La Rossato è allora intervenuta, cogliendo la palla la balzo. “Nei giorni scorsi si sono susseguite varie polemiche in merito alla decisione della Giunta Fugatti di rendere gratuito il trasporto pubblico locale per gli ultrasettantenni e una delle voci più critiche è stata quella dell’ex Presidente Ugo Rossi, sostenendo che nemmeno in Alto Adige ci fosse qualcosa di paragonabile“.

Voglio sottolineare – continua la Rossato – che l’ex Presidente ha implicitamente confermato la validità del provvedimento approvato dalla Giunta. Come Trentino, infatti, siamo riusciti per una volta a migliorare quanto di buono h fatto l’Alto Adige, ottenendo il primato per la gratuità completa per gli anziani“.

Una risposta sagace a una polemica che si porta avanti ormai da settimane e che va a colpire un provvedimento che, come dimostrato dalle lunghe code per ottenere i pass, era molto atteso.