Università di Trento, ecco i risultati del correttore genomico

A distanza di un anno dal lancio, l’Università di Trento ha deciso di rendere pubblici i dati del progetto del “correttore genomico“, che ha visto la luce dopo l’annuncio della scoperta scientifica del Cibio.

Il Cibio, che ha rivoluzionato le tecniche di editing del DNA, ha portato l’Ateneo trentino a lanciare una campagna di raccolta fondi per sostenere la ricerca su questa linea di studi molto promettente. Come si è conclusa allora la raccolta? Come ha risposto la comunità all’appello dell’Università di Trento?

I dati sulla chiusura della campagna saranno illustrati dal Magnifico Rettore Paolo Collini in una conferenza stampa che si terrà alle 11 di oggi, venerdì 15 febbraio presso il Rettorato (Sala Stucchi, via Calepina 14). Nella stessa occasione, l’Università di Trento presenterà il suo nuovo progetto.

Solo Sole” è la nuova campagna di sensibilizzazione dell’Ateneo, un progetto scelto per raccogliere il 5xmille in vista delle prossime dichiarazioni dei redditi. I proventi delle donazioni arrivate all’Università di Trento saranno destinati anche quest’anno a progetti specifici che si conosceranno con largo anticipo.

Un modo per rendere chiaro e trasparente fin dall’inizio dell’anno solare come si intendano utilizzare le donazioni che arriveranno tramite le dichiarazioni dei redditi delle cittadine e dei cittadini trentini, con uno sguardo sempre rivolto alla scienza e al progresso.