Partita l'attesa gara dei plotoni ai Campionati Sciistici delle Truppe Alpine

Al via la prima giornata di gare relative alla competizione più rappresentativa dei Campionati sciistici delle Truppe Alpine, ossia la gara dei plotoni, che decreterà al suo termine il miglior plotone dei soldati da montagna, traguardo ambitissimo e di prestigio per i militari che appartengono agli alpini.

Ieri mattina, poco dopo l’alba, dal centro fondo di Padola (BL), sono partiti i primi plotoni che hanno visto darsi battaglia oltre 250 militari in un percorso tecnico particolarmente impegnativo con 22 km da coprire in tecnica scialpinistica ed oltre 1000 metri di dislivello da superare con l’equipaggiamento militare che si aggira attorno ai 25 kg di peso.

Durante il percorso i membri del plotone hanno dovuto affrontare delle prove tecnico-operative che testano le capacità dei componenti di saper resistere alla fatica, al freddo e allo stress causato dall’immenso sforzo fisico.

Le prove condotte sono: una prova di tiro con arma in dotazione contro bersagli di 15 cm di diametro a una distanza di 50 m; il lancio di precisione di un simulacro di bomba a mano e una prova topografica, tutte attività necessarie per valutare il livello raggiunto dai componenti dei plotoni delle Truppe Alpine.

Al termine del tragitto, concluso nei pressi del lago di Misurina (BL), i militari hanno pernottato in accampamento, sopportando temperature ben oltre sotto lo zero, riposandosi e attendendo le attività incalzanti previste per oggi.

Il comandante delle Truppe Alpine, Generale di Corpo d’Armata Claudio Berto, ha definito questa competizione la “gara dei 22x3x25”, dove il 22 indica il numero dei plotoni gareggianti, 3 è la durata dei giorni complessivi in cui il personale viene impiegato in condizioni estreme di sforzo fisico e psicologico, e 25 sono i chili complessivi trasportati da ogni singolo uomo o donna che partecipa all’estenuante prova.

A conclusione di questo primo intenso giorno, i giochi sono ancora apertissimi, e vedono i plotoni del 7° reggimento alpini di Belluno e dell’8° reggimento alpini di Venzone, appartenenti alla Brigata alpina Julia, contendersi il vertice della classifica.