Blocco Studentesco incontra l'Assessorato all'Istruzione di Trento

“Nella mattinata di ieri – dichiarano i militanti del Blocco Studentesco Trento in nota – si é svolto l’incontro al palazzo della Provincia per la consegna del dossier del Blocco sull’edilizia scolastica stilato per la prima volta tre anni fa,  nel quale sono contenute le varie problematiche strutturali degli istituti scolastici trentini. Durante l’incontro si è discusso delle possibili soluzioni e dei fondi che verrano stanziati dalla Provincia.”
“Ringraziamo i due portavoce che ci hanno incontrato – continua la nota – che a differenza di quelli della precedente giunta provinciale si sono dimostrati interessati e disponibili ad ascoltare ed accogliere le istanze degli studenti al fine di trovare le soluzioni alle varie problematiche. “


“Tra i vari casi esaminati – prosegue la nota – ci sono le due più gravi situazioni all’istituto Vittoria e all’istituto Pertini. 
Al Vittoria il 26 febbraio vi sarà l’incontro finale per presentare il nuovo progetto di ristrutturazione dell’edificio che avrà tempistiche di 2/3 anni per la costituzione, nel frattempo gli studenti resteranno nella vecchia sede dove saranno effettuati interventi tampone. 
All’Istituto Pertini invece, dove gli studenti sono costretti nei container a causa del crollo di due anni fa, ad aprile si inizierà a discutere il progetto che prevede la totale demolizione dell’attuale sede che verrà ricostruita con l’aggiunta di due lotti aggiuntivi (le tempistiche non sono ancora chiare). 
Alle ITI e all’Enaip di Villazzano sono stati promessi fondi per l’acquisto di nuovi materiali e ci è stato assicurato che ci saranno incontri a breve per discutere altre misure di miglioramento come per esempio una passerella che consenta l’attraversamento sicuro degli studenti delle iti che devono utilizzare le palestre dell’Istituto Pozzo.


Infine per il Liceo Da Vinci è in discussione il progetto di ristrutturare le due palestre interne.”
“Auspichiamo – conclude la nota – che questo sia l’inizio di un fruttuoso dialogo con l’assessorato al fine di migliorare la vita degli studenti trentini di cui ci siamo fatti e ci faremo sempre portavoce. In ogni caso noi saremo sempre in prima linea per vigilare sulle promesse fatte e per assicurarci che queste vengano mantenute.”