Milano. "People-prima le persone": attivisti "sfilano" per protestare contro il Governo

“People-prima le persone” è il nome della manifestazione organizzata nella giornata odierna a Milano. L’evento, dai forti connotati carnevaleschi, ha visto scendere per le vie del capoluogo meneghino gli attivisti di svariate associazioni “per dire no al razzismo”.

La manifestazione, avvallata dal Sindaco di Milano Sala, è stata caratterizzata da toni volutamente provocatori nei confronti del Governo. Gli attivisti, a bordo di un carro allegorico raffigurante un barcone, hanno voluto protestare contro la politica governativa sul tema dei migranti.

Il Sindaco di Milano Giuseppe Sala, intervistato dal quotidiano Il Giornale, ha dichiarato: “La manifestazione “People – prima le persone” contro ogni genere di discriminazione, in programma oggi a Milano, serve a “esprimere che cosa sia la sinistra contemporanea. Il nostro non è un messaggio di superiorità morale, alla quale non credo, è il nostro convinto basta ai sentimenti di inferiorità e inadeguatezza”, ha affermato in un’intervista a Repubblica. ‘People’ è “anche un contributo dal basso per la ricostruzione della sinistra”.

Proseguendo nello spiegare il significato della manifestazione Sala ha poi aggiunto: “C’è sempre l’idea della politica che stimola la partecipazione di chi non sta alla tastiera di un pc, ma va in strada e afferma che far politica non spetti solo ai politici”.

Nonostante le rassicurazioni del Sindaco meneghino sulla bontà della manifestazione, permane il dubbio che la “questione migranti” e il problema del razzismo siano stati usati, ancora una volta, come pretesto per criticare le azioni del Governo e destabilizzare la delicata situazione politica italiana.