Cavada e Job (Lega): "Assalto al Palazzo della Provincia da condannare senza scusanti"

Anche Gianluca Cavada e Ivano Job, consiglieri provinciali della Lega, hanno voluto commentare l’attacco al Palazzo della Provincia, compiuto ieri sera dai centri sociali per contestare Bisesti e la Segnana, organizzatori del convegno “Donne e Uomini: solo stereotipi di genere o bellezza della differenza?”.

È molto grave che tra i manifestanti che hanno assaltato il Palazzo che rappresenta le istituzioni provinciali trentine sia stata paventata la presenza di soggetti che dovrebbero rappresentare in qualche modo le istituzioni. Speriamo non abbiano aizzato all’assalto” hanno dichiarato i due consiglieri provinciali.

Qualora fosse avvenuto ciò – continuano Cavada e Job – riteniamo che questo si possa qualificare come un tentativo di golpe psicologico a danno di quanto i trentini hanno scelto il 21 ottobre 2018. Possiamo anche sorvolare sul fatto che ci criticano, possiamo anche superare il fatto che ci sbeffeggino, possiamo pure accettare il fatto che ci attacchino su ogni lettera da noi usata, in aula e non solo. Azioni volte ad attaccare i poteri democratici sono però da ripudiare senza se e senza ma“.

Aspettiamo reazioni di ripudio verso gli eventi senza alcun tipo di giustificazione da parte delle opposizioni. Agli Assessori Segnana e Bisesti va la nostra piena solidarietà” concludono i due consiglieri provinciali leghisti.