De Bertoldi (FdI): "Inaccettabile aggressione alla sede della Provincia"

La notizia dell’occupazione del Palazzo della Provincia è giunta anche a Roma e Andrea de Bertoldi, Senatore di Fratelli d’Italia eletto al Collegio uninominale di Trento, ha voluto rilasciare una dichiarazione al riguardo.

In qualità di Senatore di Trento e rappresentante delle istituzioni democratiche, trovo inaccettabile che un convegno sulla famiglia, organizzato e svolto all’interno delle sedi istituzionali, sia stato oggetto di una violenta aggressione premeditata, come dimostrano i volantini ingiuriosi, lasciati a mo’ di firma sul pavimento della sede di Piazza Dante, con l’intento evidente di impedirne l’esecuzione” ha dichiarato il Senatore di Fratelli d’Italia.

Per una certa sinistra estrema e che non rappresenta neppure i sinceri aderenti ai valori della stessa, sarebbe lecito discutere di ogni forma e tipo di famiglia tranne quella tradizionale, sebbene sia quella in cui sono cresciuti e si rispecchiano la maggioranza di donne e uomini, di mamme e papà” continua De Bertoldi. “È del tutto inaccettabile, inoltre, che esponenti delle istituzioni e dei sindacati si siano resi complici di reati, per i quali è mia intenzione presentare un’interrogazione parlamentare. Pare abbiano anche incitato i manifestanti, tra cui alcuni minorenni, all’occupazione e al danneggiamento della libertà di espressione, invece che rimanere dalla parte della legalità“.

Ritengo quindi necessario che queste persone siano perseguite come responsabili di tutti i danni, compresi quelli arrecati alle strutture pubbliche” aggiunge il Senatore. “Democrazia significa permettere a ciascuno di esprimere pacificamente le proprie opinioni e non si possono tollerare aggressioni premeditate e finalizzate ad impedire la libera espressione del pensiero, come accaduto ieri sotto la direzione di una certa sinistra e di fronte a testimoni e telecamere che hanno registrato lo svolgersi degli eventi“.

Quello avvenuto ieri sera è un atto di una gravità eccezionale, per il quale provvederò anche ad interrogare i Ministri competenti: è ora di porre fine alle occupazioni abusive e alla violenza degli anarchici, che ancora si tengono con la complicità di certe frange, fortunatamente minoritarie, delle opposizioni, che invece di confrontarsi democraticamente aizzano i violenti contro le istituzioni” ha concluso De Bertoldi.