"Dialoghi Mediterranei". Il forum sul ruolo del mare nostrum nella scena geopolitica internazionale

Il prossimo 2 aprile presso la Sala Koch di Palazzo Madama a Roma si terrà il forum di geopolitica ed economia internazionale dal titolo: “Dialoghi Mediterranei, strategie per energia, infrastrutture ed agroalimentari”.

Come si evince dalla locandina dell’evento “Dialoghi Mediterranei” ha come protagonista il Mediterraneo, visto come “punto di convergenza tra la nuova Via della Seta 2.0, il Filo di Perle o Via della Seta Marittima – le due grandi direttrici strategiche su cui Pechino scommette tutto il suo futuro – e le nuove “strade” che collegano con l’Africa sub-sahariana – sempre più al centro dell’attenzione delle Grandi Potenze”.

L’evento si focalizza anche sul ruolo dell’Italia, intesa come baricentro del mediterraneo, che, proprio grazie alla sua posizione privilegiata “può ricoprire un ruolo strategico nei settori dell’energia, delle infrastrutture e dell’agroalimentare”.

L’evento promosso dal think tank “Il nodo di Gordio” e dal centro studi “Vox Populi” si è avvalso della collaborazione di Augusto Grandi e Andrea Marcigliano come coordinatori dei lavori e vedrà, tra gli altri, la partecipazione dei Senatori Elena Testor e Stefano Lucidi, del presidente della RAI Marcello Foa e dell’Ambasciatore Sebastiano Caridi.

L’ingresso, previa registrazione all’indirizzo info@nodiodigordio.org , prevede l’obbligo di giacca e cravatta per gli uomini e sarà consentito fino al raggiungimento della capienza massima della sala.