Elezioni suplettive. Dalzocchio (Lega): "Da sinistra promotrice delle donne in politica neppure una candidata"

Mara Dalzocchio, Consigliere provinciale della Lega, ha voluto commentare, attraverso una nota, la mancanza di candidature femminili da parte del centrosinistra alle prossime elezioni suppletive.

Il Consigliere della Lega ha espresso il proprio rammarico per la mancanza di candidate femmina dichiarando: “Tra il dire e il fare, ammonisce un antico e noto adagio, c’è di mezzo il mare. Soprattutto a sinistra, mi viene da dire, schieramento che non perde occasione per dichiararsi femminista e promotore della presenza delle donne in politica, ma che poi alle belle parole non fa seguire i fatti. Lo sottolineo con particolare riferimento alle prossime elezioni suppletive, per le quali mentre da un lato la Lega – accusata di essere medievale e retrograda – è intenzionata a proporre in Trentino una candidatura femminile, dall’altro il progredito centrosinistra, fino a questo momento, ha proposto solo candidature maschili”.

Proseguendo nella nota Mara Dalzocchio ha poi rincarato: “Un’anomalia che intendo evidenziare perché il centrosinistra che non perde occasione per moraleggiare sull’argomento – basti pensare all’ultima seduta di Consiglio regionale, durante la quale la sottoscritta e il consigliere Giulia Zanotelli non hanno potuto fare a meno di replicare -, davvero non ha titoli per farlo”.

“Spero dunque che, prendendo spunto da questo certo non virtuoso esempio delle elezioni suppletive, a sinistra – anziché sermoneggiare sull’uso delle parole consigliera, sindaca o ministra – inizino a fare un’autocritica quanto mai necessaria” ha poi concluso il Consigliere Mara Dalzocchio.